Più di 80 donne contro la violenza. Cernusco si ferma per 10 minuti

obr3OBR1

Più di 80 donne di tutte le età hanno ballato sulla musica di “Break the chain” per dire no alla violenza su donne e bambine. E’ successo sabato 13 febbraio, in piazza Gavazzi, e Cernusco si è fermata per un attimo davanti all’energia sprigionata dalle partecipanti al primo One Billion Rising cittadino organizzato dall’Associazione C.L.I.O – Cultura, Libri, Idee, Opportunità.

OBR2

La presidente di CLIO, Paola Malcangio, ha spiegato che questa iniziativa è nata 4 anni fa per volontà della commediografa americana Eve Ensler che ha immaginato la ribellione delle donne vittime di violenza. La rivoluzione di un miliardo di donne, perché tante sono le donne (una su tre) che nella vita hanno conosciuto o conosceranno la violenza. Un Miliardo (One Billion) che danza con quel corpo che così spesso viene violato. Miranda Ragazzoni di Udi Donne di Oggi Cernusco e Martesana ha ricordato che il tema di quest’anno è la violenza subita dalle rifugiate nei viaggi della speranza verso paesi liberi dalla guerra. Roberta Quintavalle, socia di CLIO e vittima di violenza psicologica, ha lanciato il suo messaggio alle donne presenti: “la violenza non è la normalità, portate il problema fuori dalla coppia, rompete il silenzio, rompete la catena”.

Il Sindaco di Cernusco Eugenio Comincini ha ricordato i cardini della convenzione di Istanbul contro la violenza: punizione dell’aggressore, protezione della vittima e prevenzione.

L’ottimo risultato dell’iniziativa è dovuto al grande lavoro di rete fatto con numerose realtà del territorio.

ASD Ginnastica Cernuschese: Claudia Mandelli e Selene Luongo hanno semplificato la coreografia ufficiale mantenendone i passi significativi. Selene ha perfettamente guidato il gruppo delle allieve del mattino sabato in piazza.

Gruppo UDI ‘Donnedioggi’- Cernusco e Martesana. Un grande lavoro di promozione e sensibilizzazione è stato realizzato da Ernestina Galimberti  e dalle associate che sono venute alle prove e hanno ballato in piazza con noi.

Comitato Genitori Secondo Circolo. Una motivatissima presidente, Stefania Luciani, ha coinvolto bimbe, mamme e nonne nelle prove ospitate dalla scuola primaria di Don Milani. Tutte hanno fatto un figurone in piazza!

Associazione In Martesana.  Stefano Barlassina ha promosso e condiviso, prima di tutti,  l’evento sui social media.

Enjoy Sport. Questa eccellenza cernuschese ci è stata a fianco da subito mettendoci a disposizione i locali per le prove e coinvolgendo le donne del corso di difesa personale. Un grazie speciale a Matteo Gerli e Corrado Della Torre per la sensibilità che sempre dimostrano nei confronti di queste iniziative.

Associazione L.A. Danza – Ha tenuto affissa la locandina dell’evento a scuola e ci ha “prestato” due bravissime ballerine: Silvia Brambilla e Alice Bacchetti.

Puzzle Circo Danza Teatro. Silvia Vetralla ci ha messo a disposizione una bellissima sala e una meravigliosa ballerina, Sonia Cavalliere, che ha trasmesso carica ed energia alle ballerine e a tutta la piazza.

Associazione Amami Aiutami Proteggimi di Pioltello. Con il suo presidente, Giuseppe Viganò, ha voluto partecipare perché si occupa di bambini e donne maltrattate.

Un grazie di cuore anche all’Associazione Amici del Tempo Libero, pronti a ospitarci in Filanda in caso di pioggia; a Maria Bambina di Tutto per la sarta che ci ha regalato i nastri, simbolo della catena spezzata; a Elena Bollini che con grande generosità ci ha permesso di collegare il service all’impianto elettrico del suo negozio, lo Sporting;  a Mario Oriani che ci ha prestato il suo balcone dal quale Silvano Volpi ha fatto un video bellissimo; a Giuseppe Sebastiani, musicista, che per noi ha fatto l’ingegnere del suono; alla piccola grande Elisa Sebastiani che ha girato un video così bello da finire a Studio Aperto (insieme a quello di Silvano).

Infine a tutte le socie di CLIO che hanno dimostrato di essere una macchina da guerra 🙂

Appuntamento all’anno prossimo!